Lanciatore britannico di martello prima squalificato poi scagionato dall'accusa di doping

Il lanciatore di martello scozzese Mark Dry è stato cancellato da una violazione della regola antidoping.
Dry, 31 anni, è stato sospeso da maggio dopo essere stato accusato di "tentato manomissione di qualsiasi parte del controllo antidoping".
Il caso riguardava le regole di "ubicazione, whereabouts" dell'atletica leggera.
Una commissione nazionale antidoping ha scoperto che non c'era stata alcuna sovversione del processo di controllo del doping dopo un'audizione a Londra il mese scorso.
Mentre le informazioni fornite dal doppio vincitore del bronzo dei Giochi del Commonwealth erano false, il panel ha stabilito che non erano fraudolente.
Inizialmente, lo scozzese aveva mentito sul perché non fosse all'indirizzo che aveva fornito nelle sue informazioni sul luogo in cui si trovava il 15 ottobre 2018. Ciò richiede agli atleti di comunicare alle autorità antidoping esattamente dove si trovano in un determinato giorno.
Tuttavia, la menzogna non è stata considerata una manomissione, in par...

Leggi tutto l'articolo