Lariano-Sora 0 a 0

http://tuttosora-sorasport.myblog.it/ UN SORA IRRICONOSCIBILE NON VA OLTRE LO 0 a 0 di TONY IAFRATE LARIANO- Un Sora troppo brutto per essere vero, non riesce a sbloccare il risultato in quel di Lariano, e si porta a casa un punto che sa tanto di passo falso.
Per l'undici di Tersigni è il terzo pareggio in 7 giorni, che evidenzia si la fortissima difesa volsca (fattore che già si sapeva nel precampionato, e che verrà arricchita anche dall'esperienza dell'ex aquilano D'innocenzo), ma sottolinea anche un attacco sterile, che non riesce a metterla dentro , molto impreciso e che ha patito più del dovuto l'assenza di Vinci.
Arriva proprio nel momento giusto l'acquisto del giovane bomber classe 1985 Nicola La Viola che dovrebbe garantire i gol che fin qui sono mancati.
Quella di questa mattina è stata una partita priva di grandi emozioni.
nei primi 20 minuti non succede quasi nulla, eccetto due tentativi di rovesciata da parte di Fosca e Tomaselli finiti fuori.
 Il Lariano non sembra uno squadrone alla pari dei bianco-neri, ma è molto ordinato, fa cose semplici e imbriglia la manovra del Sora che non riesce a creare azioni pericolose, e quando le crea ci si mette la pessima terna arbitrale a rovinare tutto, come al 22' quando ferma Tomaselli in area per un fuorigioco inesistente.
Il Lariano si fa vedere al 25' quando il n 10 cicca clamorosamente in area, e al 25' con una punizione alta del n 8il Sora è lento a centrocampo, e allora prova ad imbastire qualche azione con gli esterni, e il bravo Perella al 32' serve un ottimo pallone in area per Tomaselli che ritarda troppo la conclusione e viene anticipato dai difensori romani.
 Al 39' ancora una buona giocata del giovane esterno, che crossa in area, Tomaselli impatta al volo ma spedisce alto.
Decisamente un passo indietro dell'attaccante sorano rispetto alla stupenda prova in Coppa Italia di mercoledì.
Il primo tempo termina cosi, non prima di un tiro fuori al 40' del capitano del Lariano.
La ripresa inizia con un Sora più tonico, ma è un fuoco di paglia, che però si tramuta nell'occasione più ghiotta della gara; siamo al 48' quando Catenacci sciabola in verticale verso Tomaselli, che dal lato destro dell'area di rigore, lascia partire un potente diagonale che sfiora il palo della porta del Lariano.
Un'altra occasione non capitalizzata, che indirizza la partita sui binari dello 0 a 0.
E a questo punto entra in scena l'arbitro, che all'58' espelle Alonzi, per presunto fallo da ultimo uomo sul 15 lanciato a rete , ma la parità numerica viene ristabilita al 61' [...]

Leggi tutto l'articolo