Lavoro in nero: conseguenze per lavoratore e datore

Sommerso: la maxi sanzione per l’azienda che impiega personale in nero non è l’unica conseguenza per gli irregolari; anche il lavoratore non dichiarato rischia la denuncia e un procedimento penale.
Spesso si crede che, in caso di lavoro in nero, a rischiare sia solo il datore di lavoro: a tutti è noto, infatti, che se l’azienda assume personale non dichiarato al Centro per l’impiego, subisce una maxi sanzione per lavoro sommerso, di natura amministrativa, che varia a seconda della durata dell’impiego effettivo (da 1.500 a 36.000 euro per ciascun lavoratore irregolare). In verità, però, i pericoli del lavoro in nero gravano anche per il dipendente, il quale addirittura rischia una querela per il reato di falso in atto pubblico. Insomma, in caso di lavoro in nero, le conseguenze per lavoratore e datore sono tutt’altro che lievi e val la pena approfondirle qui di seguito.

PUBBLICI

Indice

1 Cosa significa lavoro in nero?
2 Lavoro in nero: cosa rischia il datore di lavoro?
2....

Leggi tutto l'articolo