Le Hawaii vietano l'uso di solari per proteggere i loro coralli

Avete in programma un viaggio alle Hawaii? Attenzione: presto, alcuni tipi di solari - ritenuti dannosi per l'ecosistema marino - saranno banditi.
Delle Hawaii, la barriera corallina è il bene più prezioso, ed è anche la principale attrattiva turistica: ecco perché lo Stato americano ha deciso di attuare un importante provvedimento volto alla sua salvuagardia.
La decisione è stata comunicata questa settimana: da gennaio 2021, come ha spiegato il governatore David Ige, le Hawaii vieteranno l'utilizzo di tutti quei solari giudicati dannosi per l'ambiente marino.
In particolare, ad essere banditi saranno i prodotti contenenti ossibenzone e octinoxate, ingredienti presenti in moltissime creme solari che - secondo approfonditi studi - avrebbero un forte impatto sulla vita marina delle isole.
Alte concentrazioni di questi due composti chimici sono infatti stare rilevate in popolari località delle Hawaii, come Waikiki Beach sull'isola di Oahu o la riserva naturale Honolua Bay e Ahihi-Kīnau sull'isola di Maui.
In realtà, la dannosità di queste sostanze non è nuova: già nel 2015, uno studio pubblicato sulla rivista Archives of Environmental Contamination and Toxicology aveva dimostrato gli effetti di ossibenzone e octinoxate sull'ambiente marino, effetti che vanno dalla morte dei coralli nascenti fino al loro sbiancamento.
Inoltre, queste sostanze sembrerebbero provocare anche la femminilizzazione di alcuni pesci, con tutte le conseguenze del caso sulla loro riproduzione.
A soffrirne di più, secondo la ricerca, sarebbero i cavallucci marini e i pesci pappagallo.
«Questo è il primo reale cambiamento che permetterà alla nostra barriera corallina di rigenerarsi.
Molte cose uccidono i coralli, dall'innalzamento delle temperature allo sviluppo costiero, ma sull'ossibenzone possiamo intervenire immediatamente», ha dichiarato lo scienziato Craig Downs.
La soluzione, quindi, sarà quella di portare in spiaggia (alle Hawaii ma non solo) solari che non provochino danni ai coralli, come quelli eco-friendly o quelli prodotti da marchi come Hawaiian Tropic o Banana Boat, che hanno da tempo bandito queste sostanze.
Solamente in questo modo potremo dare il nostro contributo alla salvaguardia di quella meraviglia naturale che è la barriera corallina.

Leggi tutto l'articolo