Le Mans 2008

La  sintesi delle ultime due giornate..
scusate il ritardo … Il circuito di Le Mans  ospita   questo fine settimana il quinto appuntamento del Motomondiale 2008..
Nelle prime quattro gare dell’anno  hanno vinto quattro piloti differenti, un inizio che rende difficile identificare un vero uomo da battere in vista di Le Mans.
Forse Valentino Rossi arriva con il miglior abbrivio dopo essere tornato alla vittoria nel precedente appuntamento cinese di Shanghai.
Il marchigiano e` a un passo dal 90.o sigillo in carriera e cerca in Francia il secondo successo consecutivo: una `doppietta` che gli manca dalla  accoppiata Italia-Catalogna 2006.
Le Mans può essere lo scenario ideale, visto che in passato Rossi ci ha vinto due volte nella classe regina ed e` salito sul podio in cinque occasioni.
La sua Yamaha gommata Bridgestone dovra` vedersela soprattutto con quella del compagno-rivale Lorenzo che monta le Michelin  e con la Honda ufficiale di Dani Pedrosa, molto a suo agio tra le pieghe del circuito transalpino.
Ma ci si attende anche il riscatto dell’iridato  iridato Stoner su Ducati, tornato sul podio in Cina dopo due pessime gare in Europa e in procinto di festeggiare la centesima partenza nel Motomondiale.
Valentino a proposito di Le Mans: “Non e` uno dei tracciati che preferisco -, anche se qui la mia moto può vantare vantaggi indubbi legati alla ciclistica.
Resta da capire se anche le Bridgestone sapranno adattarsi a questo asfalto.
E poi, ci vorrebbe un po` di sole, anche se le previsioni  meteo non sono gran che` per il fine settimana.”Alla fine la spunta Dani Pedrosa.
   In una delle sessioni di qualifiche ufficiali più entusiasmanti della stagione della MotoGP, il leader del campionato ha fatto sua la pole position del GP di Francia, che si corre domani a Le Mans.
Lo spagnolo della Honda  (Team Hrc), ha girato in 1'32"647 fissando così il record della pista.
Il precedente era stato stabilito lo scorso anno da Colin Edwards in 1'33"616.
In una stagione  che lascia spazio alle probabilità (4 vittorie per 4 piloti diversi fino a ora), una costante sembrano essere  i  risultati della Michelin in qualifica.
che ieri aveva dominato le prime due sessioni di prove libere, ha chiuso la sessione di qualifiche ufficiali con il tempo di 1’37"842 ed ha preceduto di 0"127 lo statunitense Colin Edwards (Yamaha Tech3), anche lui con pneumatici francesi e primo invece questa mattina nell’ultima sessione di libere.
Terzo tempo a 0"347 a chiudere la prima fila  il campione del mondo, l’australiano Casey [...]

Leggi tutto l'articolo