Le dimissioni di Mastella

dal sito http://notizie.alice.it/notizie/politica/2008/01_gennaio/16/mastella%20in%20aula%20camera%20%20getto%20la%20spugna,13830273.html    Roma, 16 gen.
(Apcom) - "Ho resistito nel fortino", ma ora che "toccano i miei affetti, la mia famiglia, mia moglie, getto la spugna".
Così, in Aula alla Camera, il ministro della Giustizia Clemente Mastella ha annunciato di fatto le sue dimissioni dopo il provvedimento di arresti domiciliari di sua moglie Sandra Lonardo.
"E' la prima volta, confesso, che in vita mia ho paura", ha aggiunto, riferendosi a "colpi bassi e imprevisti", a un "concertato volume di fuoco per distruggere la tua persona, la tua dignità, i tuoi valori".
Mastella ha confessato di considerare "tutto irreale, innaturale, fuori da ogni logica che si componga con la vita politica fatta anche di scontri, di rivalse, di umori, di indicazioni, di raccomandazioni lecite solo per alcuni ordini, illecite per la classe politica".
  dal sito http://notizie.tiscali.it/articoli/politica/08/gennaio/16/mastella_dimissioni_diretta_123.html  La moglie agli arresti domiciliari Mastella: "Mi dimetto".
Prodi respinge le dimissioni Il ministro della Giustizia Mastella "Getto la spugna".
"Mi dimetto, dunque, perché tra l'amore per la mia famiglia e il potere scelgo il primo.
Avrei potuto operare sottili distinguo.
Mi dimetto per essere più libero umanamente e politicamente".
E' uno dei passaggi dell'intervento del ministero della Giustizia Clemente Mastella nell'Aula di Montecitorio.
Il Guardasigilli reagisce dunque così alla notizia secondo la quale il Gip di Santa Maria Capua Vetere ha disposto gli arresti domiciliari nei confronti della moglie, Sandra Lonardo, presidente del Consiglio Regionale della Campania, con l'accusa di tentatas concussione nell'ambito di un'inchiesta sulla sanità in Campania.
La diretta: 17.04 Marini: "Prodi al Senato" - Se le dimissioni del ministro della Giustizia Clemente Mastella "saranno confermate, il presidente del Consiglio sarà invitato, come è prassi, a parlare in Senato".
Lo ha detto il presidente del Senato Franco Marini rispondendo in Aula alle richiesta avanzata dal presidente dei senatori di Forza Italia, Renato Schifani, che il premier riferisca sulla decisione annunciata oggi dal Guardasigilli.
16.30 Un portavoce: "Lonardo tranquilla e serena" - Il portavoce del presidente del Consiglio regionale della Campania, Sandra Lonardo, ha letto ai giornalisti che stazionano dinanzi all'abitazione della moglie del ministro della Giustizia, raggiunta oggi da un provvedimento di arresti [...]

Leggi tutto l'articolo