Le fasi di gioco nel blackjack

Il gioco inizia con la distribuzione di due carte scoperte a testa, tranne che per il croupier che deve avere le carte coperte.
A questo punto viene richiesta una puntata aggiuntiva al giocatore che deciderà di continuare, oppure può decidere di fermarsi ed abbandonare la partita.
Se il croupier realizza un valore inferiore, rispetto a quello del giocatore, perderà il giro e dovrà pagare l’intero ammontare, in caso contrario sarà il giocatore a corrispondere l’importo investito.
Ovviamente chi realizza un blackjack (somma delle carte pari a 21: asso+figura) ha la vincita assicurata e se il 21 viene realizzato dal croupier tutti gli altri giocatori devono pagare il doppio della quota giocata (se il giocatore realizza un blackjack d’emblèe ha diritto a sua volta al pagamento di una doppia quota).
Bisogna tuttavia tener presente alcune regole che vanno rispettate, ossia il banco (diretto dal personale del casinò online) non può decidere di fermarsi se il valore delle carte è inferiore a 16, ed è invece obbligato a non chiedere carta se il valore complessivo è maggiore o uguale a 17.
Chi poi realizza un valore superiore a 21 perde immediatamente la partita e deve corrispondere la quota che aveva giocato, la stessa cosa è applicabile anche al croupier.
Esiste un’ulteriore variante del blackjack, chiamata blackjack a 31.
In quest’ultimo caso si distribuiscono tre carte per ogni giocatore che deve realizzare un punteggio quanto più vicino al 31 (anche in questo caso senza superarlo).
Se si realizza 31 ogni partecipante deve versare il triplo della quota giocata.
Infine citiamo il “blackjack alla posta” che ha le stesse regole della versione standard con l’unica eccezione che le carte si danno tutte scoperte visto che non è possibile chiederne altre.
   

Leggi tutto l'articolo