Le immagini dell'Iliade

Valori e sentimenti universali Fin dall'antichità i cantastorie raccontavano le gesta e le avventure degli eroi troiani, i quali hanno avuto sempre gran fascino sugli ascoltatori e sui lettori dell'opera epica.
Di questi eroi molti artisti sono riusciti a dare anche un volto rafficurandolo su anfore antiche.
Il poema ha inspirato non solo gli artisti  del bacino del mediterraneo, ma ha continuato nei secoli ha ispirare gli artisti di tutti i secoli, che  sono stati affascinati dai valori e sentimenti universali contenuti in quest'opera Ettore e Andromaca nei secoli  Una delle vicende più rappresentate dai molti artisti di diversi secoli vede come protagonisti Ettore e Andromaca.
Addio di Ettore ad Andromaca e Astianatte (IV secolo a.C.) Su un cratere Apulo un'artista anonimo ha rappresentato l'ultimo incontro tra Ettore e Andromaca e il figlio Astianatte.
Ettore è vestito da guerriero e ha in mano il cimiero per non spaventare il figlio.Andromaca rispetto al poema viene rappresentata seduta e non in piedi sulle mura di Troia Jacques- Louis David, Andromaca piange la morte di Ettore (1782) Il  dipinto non rappresenta fedelmente il poema epico.
Il cadavere di Ettore giace sul letto e le armi e l'elmo sono posti ai piedi del giaciglio, questo per farci capire che si trattavac ti un guerriero.
Nella stanza completamente buia c'è solo Andromaca che piange la morte di Ettore, la sua faccia è illuminata da un fascio di luce mostrando la disperazione di una donna; oltre alla donna c'è anche Astianatte che tende le braccia alla madre.
Giorgio De Chirico, Ettore e Andromaca (1917) In questo dipintosono rappresentati due manicvhini senza ne volto ne vestiti, dietro di essi c'è uno sfondo scuro e strani oggetti di forma geometrica, niente se non il titolo ci avrebbe fatto capire il riferimento all'opera epica.
L'artista ha scelto di raffigurare questi soggetti perchè nel poema li vediamo insieme per un breve momento, legati da un forte sentimento che è destinato ad essere spezzato dal destino.
Agli occhi dell'artista esi rappresentano la condizione assurda e artistica che accomuna tutti gli esseri umani.

Leggi tutto l'articolo