Le inquietudini di molti dem.Conte sarà davvero un premier super partes?

Il presidente del Consiglio incaricato oggi presenterà la lista dei ministri al capo dello Stato, poi il governo giurerà e si metterà al lavoro. E nel Pd il ruolo di Conte sarà continuamente sotto la lente
Agli esponenti dem ricevuti a palazzo Chigi in questi giorni Conte ha dato l’idea di essere un gentiluomo che pesa le parole, che cerca di rassicurare. Provengo – ha spiegato in diverse occasioni – da una cultura di centrosinistra, ho sofferto l’esperienza con la Lega. Per ora insomma il presidente del Consiglio incaricato è parso disponibile a ricercare convergenze tra Pd e M5s. Ma nel partito democratico, ora che l’interlocuzione è direttamente con Conte e non più con Di Maio, il giudizio nei confronti del capo dell’esecutivo è sospeso. Ovvero verrà valutata la sua azione, verrà in qualche modo ‘misurato’.
Ma in ogni caso – questo il ‘refrain’ nel Pd – dovrà cambiare passo anche lui. Non potrà – osserva un altro ‘big’ dem – limitarsi a dirimere le liti tra Di Maio e Salvini o a...

Leggi tutto l'articolo