"Le lacrime della giraffa", Alexander McCall Smith

Come promesso, anche la seconda puntata della saga di Precious Ramotswe è passata tra le mie mani.In questo episodio, Mr JLB Matekoni ufficializza la sua unione con la Miss Murple  africana regalandole un anello di fidanzamento con un diamante estratto estratto proprio dalle viscere di quella terra (non importa se alla fine si scoprirà che è in realtà uno zircone!).
Inoltre, con l'adozione di due orfani, completa il quadro familiare e si dimostra sempre più generoso e altruista.Cambiamenti ed evoluzioni coinvolgono anche l'agenzia investigativa: la sveglia e capace segretaria, la signorina Makutsi, viene promossa al ruolo di assistente detective ed inizia ad affrontare una serie di casi, che le procurano anche diversi dubbi a livello etico  e morale, con discreto successo.Tutta la vicenda, che ha sullo sfondo la ricerca du un ragazzo americano innamorato dell'Africa, è per così dire innaffiata dal tè rosso (il bush tea) dalle grandi proprietà consolatorie che la signora Ramotswe consuma in gran quantità con il compagno , la segretaria, ...L'atmosfera è quella del primo libro,: si intuisce dalle descrizioni quanto la natura sia parte integrante della vita in Africa, si percepiscono le radici ancestrali del popolo che abita questo continente e si ha la certezza del fatto che queste sono anche le nostre, occidentali civilizzati, perchè in fondo proveniamo tutti dalla stessa origine.
- A volte pensava che gli abitanti dei paesi oltreoceano nonn avessero posto per l'Africa nel loro cuore proprio perchè nessuno gli aveva mai detto che gli africani erano persone tali e quali a loro.
-Nel finale anche la spiegazione del titolo del romanzo:- "Immagino che significhi che tutti possiamo dare qualcosa", rispose.
"una giraffa non ha nient'altro da dare, soltanto le sue lacrime." -

Leggi tutto l'articolo