Le lettere che Severino Di Giovanni (*) scrisse alla sua amante quattordicenne, la calabrese Josefina America Scarfò detta Fi

Le lettere che Severino Di Giovanni scrisse alla giovane amante, l’adolescente d’origine calabrese Josefina America Scarfò detta Fina,  furono scovate da Osvaldo Bayer, il giornalista argentino che sull’anarchico svolse accurate ricerche culminate nella pubblicazione di una fondamentale biografia nota anche in Italia (Osvaldo Bayer, Severino Di Giovanni, l'idealista della violenza, Edizioni Collana “V. Vallera”,  Pistoia 1973). La Scarfò cercò a lungo di riottenere dalle autorità i vecchi scritti. Le riuscì, ottantaseienne, or non è molto.
 
“ho la febbre in tutto il corpo”, una lettera a Josefina Scarfò *
Domenica 19 agosto 1928.
 
Mia amica. Ho la febbre in tutto il corpo. Il tuo contatto mi ha riempito di tutte le dolcezze.
 
Mai come in questi lunghissimi giorni, ho tanto centellinato i sorsi della vita.
 
Prima vivevo le ore tranquille di Tantalo ed ora, oggi, l'oggi eterno che ci ha uniti, vivo, senza saziarmi, tutti i sentiti armoniosi dell'amore tanto cari a Shelley ed alla Geo...

Leggi tutto l'articolo