Le linee dei treni private

Oggi Elena ha incontrato una sua amica di scuola e poi sono andate prima a mangiare al mac donald (sacrilegio!!! Per un padre super vegetariano, ma qualche volta si può anche chiudere un occhio, magari piangendo) e poi sono venute a casa per chiacchierare e divertirsi con il nintendo WII.
Ovviamente mangiando i biscotti e i cioccolatini che avevano comprato prima di arrivare a casa.
Si sono divertite e le ho sentite ridere molto.
  Questa mattina sono sono sorpreso percheé Elena era in qualche modo apprensiva.
Non conosceva il posto dove si sarebbe dovuta incontrare con la sua amica.
Di solito ha l’abitudine di incontrarsi alla stazione shijo (tradotta in italiano: quarta strada) della metropolitana perché si trova in centro ed è facile da raggiungere, ma questa volta l’amica le ha chiesto di trovarsi a shijo-keihan, cioè all’uscita della linea dei treni privata Keihan.
Elena ci era passata molte volte e ho provato a spiegarle la strada ma alla fine l’ho accompagnata.
Un po’ alla volta anche lei sta imparando a orientarsi in centro ma sembra ci voglia un po’ di pazienza.
 Scrivendo di linee ferroviarie, a Kyoto c’è la stazione centrale dove arrivano e partono i treni della Japan Railway (JR), di cui lo shinkansen è il treno più famoso.
Viene usata moltissimo, specialmente dai turisti che abitano fuori della regione del Kansai (Osaka, Nara e Kyoto).
Ormai da Tokyo a Kyoto ci vogliono poco più di due ore, il biglietto costa 13 mila yen per la sola andata.
Le persone che abitano nel Kansai spesso usano tre linee private: Keihan, Hankyu, Kintetsu.
Quando vado a Osaka o a Kobe prendo la linea Hankyu perché molto più economica della JR (circa meta del prezzo, pago 390 yen da Shijo (Kyoto) a Umeda (Osaka) e ci impiego circa 50 minuti.
Con la JR si paga circa 800 yen e ci vogliono 25 minuti per lo stesso tragitto.
Al ritorno da Osaka prendo la linea Keihan perché vicina al posto dove insegno italiano.
Kintetsu la usano le persone che abitano verso Nara, anche questa è più economica della JR.
  Le tre linee private più la JR sono le arterie che collegano le varie città, non solo quelle più grandi ma anche le cosiddette bed-town.
Una di questa si chiama Takatsuki dove vado a incontrare la signora che sta in ospedale e che vuole parlare in italiano (l’ho scritto in un precedente messaggio).
  Pian piano cercherò di spiegare come funziona il tutto e metterò tutto su google map, così sarà più facile da vedere.
  P.S.
La foto è l’entrata della stazione Umeda vista dal treno.
 

Leggi tutto l'articolo