Le mostre dedicate a Guttuso: un successo di pubblico e la speranza di rivederne altrettante di spessore

Le mostre dedicate a Guttuso: un successo di pubblico e la speranza di rivederne altrettante di spessore      MOSTRA DI RENATO GUTTUSO A SAN GIOVANNI ROTONDO  I numeri parlano chiaro...
Circa 2000 visitatori alla mostra di RENATO GUTTUSO a San Giovanni Rotondo giunti da diversi COMUNI DELLA PUGLIA.
Domenica 9 ottobre si chiude con l'idea di aver realizzato il sogno di alcuni amici e di aver dato alla mia CAPITANATA ancora un progetto notevole di spessore internazionale mettendoci tutte le mie forze, esperienza e volontà.
Si chiude il ciclo dedicato a RENATO GUTTUSO con il rammarico di non poterlo più vedere nella nostra Capitanata nelle migliori proposte perché cari amici sarà difficile ripetersi.
Di certo mi mancherà il pubblico importante, intelligente, sofisticato delle mostre di PESCHICI E SAN GIOVANNI pubblico finalmente che ha scardinato e polverizzato con la intensa partecipazione le mode locali.  Un abbraccio a tutti.
Giuseppe Benvenuto  Sarà l’ex Convento delle Suore adoratrici del sangue di Cristo, presso l’ex ospedale di Padre Pio a San Giovanni Rotondo, ad accogliere la mostra del pittore di Bagheria, Renato Guttuso, con il patrocinio del Comune e la partnership di BCC di San Giovanni Rotondo.
Tra significati intrinseci e ricchi di mistero, la location di San Giovanni Rotondo, ospiterà 55 opere scelte di Renato Guttuso.
Un programma che dal 17 settembre al 9 ottobre rivisiterà il percorso pittorico ed introspettivo di Guttuso.
L’incontro dell’arte con il cambiamento del tessuto societario, di cui il pittore è divenuto interprete attraverso la sua denominazione artistica.
In esposizione 8 dipinti ad olio su tela, 25 tecniche miste, 22 litografici.
La rarità si intreccia con la ricchezza tematica, visibile nella bellezza dei ritratti dei luoghi quotidiani e delle scene di genere, nella ricercatezza delle nature morte.
La figura femminile costituirà la protagonista indiscussa dell’esposizione del maestro, insieme alla preziosità del suo incantesimo pittorico, espressa dalla singolarità dell’olio “Natura morta con telefono e caffettiera del 1973”.
Ad accompagnarne la versatilità, un’ampia selezione di china e disegni su carta, insieme ai famosi tarocchi.
La Mostra presso San Giovanni Rotondo vuole essere una nuova occasione a seguito del successo ricevuto nel corso della rassegna espositiva a Peschici, lo scorso agosto.
Sarà offerta pertanto, l’opportunità a chi non è riuscito ad esserci, di vivere l’emozione dei capolavori del maestro siciliano.
L’inaugurazione di sabato 17 [...]

Leggi tutto l'articolo