Le notti creative dei fornai pratesi si raccontano con al voce dei protagonisti

Le notti creative dei fornai pratesi si raccontano con al voce dei protagonisti Nessuna notte è uguale all'altra nel laboratorio di un panettiere:se ne parla lunedì 3 marzo alle 21 alla Circoscrizione Nord con il fornaio Francesco Pinasco Lunedì 3 marzo alle ore 21 presso la Circoscrizione Prato Nord a Galcetello andrà in scena la seconda parte del seminario dal titolo "L'arte della panificazione.
Condividere una passione", organizzato e promosso dall'Assessorato alle Attività Produttive del Comune di Prato in collaborazione con le cinque circoscrizioni cittadine e rivolto alla cittadinanza.
L'ingresso è gratuito, gradita la prenotazione al 320 6434045.
Le stime dell’Associazione Italiana Panificatori quantificano in circa 3,2 milioni di tonnellate la produzione annua di pane, per un corrispettivo di 8 miliardi di euro che tradotto in percentuale, incide sulla spesa totale per il 17% (nel quale vanno però compresi anche i cereali): un leggero calo da leggersi come effetto collaterale della crisi generale dei consumi.
Questo conferma tuttavia che in un momento storico come quello attuale, in cui sotto molti aspetti si cerca il risparmio a tutti i costi - a volte a discapito della qualità - quello del pane è un universo che viaggia controcorrente: meglio consumarne meno, ma di qualità.
Ecco allora che si riscopre la figura del fornaio di fiducia, che ti consiglia ma soprattutto ti offre un prodotto completamente fatto a mano e – soprattutto – impastato e cotto nottetempo.
Mentre fuori è buio e la città dorme, tante piccole luci accese illuminano il lavoro di altrettanti artisti che creano la loro opera, ogni notte diversa.
Una di queste luci è quella di un piccolo forno incastonato nello storico borgo di Santa Lucia di Prato e la notte “bianca” è quella di Francesco Pinasco del Forno Santini di Angela e Francesco in Via del Guado: giovane, determinato, ma soprattutto carico dell’entusiasmo di chi fa del suo lavoro una vera passione.
Passione che lunedì 3 marzo proprio Francesco Pinasco condividerà con il pubblico, raccontando la sua storia e di come non esista una notte uguale all’altra nel laboratorio di un panettiere, così come non esiste una mollica uguale all’altra sotto la crosta fragrante di una Bozza.
L’umidità atmosferica, la qualità della farina, il calore del forno sono solo alcuni di quegli ingredienti “segreti” che contribuiscono a rendere ogni infornata una piacevole sorpresa da assaporare con l’olfatto prima ancora che con il palato.
Francesco, cos’è che le fa amare [...]

Leggi tutto l'articolo