Le nuove classifiche ATP e WTA dopo Melbourne

La finale storica (quasi 6 ore di gioco) di Melbourne non ha spostato nulla.
In termini di classifica ATP, la battaglia conclusiva degli Australian Open 2012, e l'intero torneo valido come prima prova del Grande Slam, non sono valsi a smuovere di un capello gli equilibri interni alla top ten del circuito tennistico in ambito maschile.
Novak Djokovic è saldamente in testa al ranking, con 13630 punti, ben 3200 punti in più dello spagnolo Nadal (che non avrebbe comunque sopravanzato il serbo, anche qualora lo avesse battuto in finale).
Federer conserva i punti dell'anno scorso, e resta tranquillo al suo numero 3, mentre Murray non si schioda dalla quarta piazza ma perde qualcosa avendo disputato la finale l'anno scorso.
Piccole variazioni di punteggio, ma non di seeding ATP, riguardano poi Ferrer, Tsonga, Berdych, Fish, Tipsarevic, Del Potro, e gli altri fino alla posizione numero 15.
Pochi cambiamenti anche per gli italiani (sulle cui prestazioni era possibile scommettere su unibet, oppure tentare la fortuna dopo essersi aggiudicati la promozione offerta con il bonus gioco digitale).
Seppi perde due posizioni e si trova ora al 42.esimo, Fognini scende di un gradino al 48, Starace guadagna qualcosa al 58.esimo posto, mentre Volandri e Cipolla si muovono intorno alla settantesima piazza.
Cambiamenti sostanziali si notano invece in campo femminile, laddove tre delle prime quattro posizioni sono state oggetto di un rimescolamento: Azarenka è la nuova numero uno del mondo, mentre Sharapova sale in terza posizione, con la Wozniacki che piomba in quarta.
Per le italiane, la Schiavone conserva l'undicesima piazza, avviandosi verso un inevitabile ma dignitosissimo tramonto, e lo stesso può dirsi per Flavia Pennetta, che retrocede in 22.esima piazza.
Perde due posizioni anche Roberta Vinci (ora 25.esima).
Guadagna invece ben 14 posizioni Sara Errani, che sale al numero 34, e che potrà migliorare questo personale primato.

Leggi tutto l'articolo