Le opere di Vincenzo Dazzi per Gaza

(ANSA) – MILANO, 25 MAG – Tornano a Milano “le inquietudini febbrili della fine degli Anni 70, la provocazione e l’allegria, la rabbia e la ribellione, quella disperata voglia di sperimentare tutto e di assaltare il cielo.
Tornano in modo inconsueto attraverso le opere e la vita, conclusasi tragicamente, di un artista che allora era poco più di un ragazzo”, Vincenzo Dazzi.
E’ il ‘mood’ descritto dalla sorella dell’artista Michela, giornalista Rai, in cui ci trova proiettati entrando alla mostra ‘Al di là di sé’.
Questa stasera alle 18.30 l’inaugurazione (resterà aperta fino al 27 maggio) allo Spazio Percorsi di via Kramer 32 con il critico d’arte Tommaso Trini.
“Voglio che le sue opere vivano” dice Michela e per questo ha donato 63 ‘guazzi’ con colori ad acqua ad ACM Casa delle Culture per sostenere le adozioni a distanza di bambini con l’Associazione Al Najdah di Gaza.