Le passioni di sinistra - gennaio - aprile 2004

L’assalto distruttivo nei confronti dell’università pubblica è ormai pienamente dispiegato.
Il processo di privatizzazione dell’università va avanti; è un processo che è iniziato già da molto tempo.
Il governo Amato aveva già, per legge, previsto la possibilità dell’istituzione di fondazioni private; queste fondazioni sarebbero dovute essere (nell’intenzione del legislatore) dei contenitori per i capitali finanziari provenienti dalle banche, in relazione alla legge antitrust.
Tali capitali, gestiti dalle fondazioni private, sarebbero dovuti intervenire in supporto all’università pubblica (la quale sarebbe dovuta rimanere pubblica).
La Moratti cambia invece completamente il significato delle fondazioni con la Legge Finanziaria del dicembre 2001; per il ministro le fondazioni universitarie di diritto privato sono luoghi nei quali i privati intervengono a recuperare fondi (a livello locale, nazionale e finanche internazionale) per poter supportare le principali attività universitarie qual...

Leggi tutto l'articolo