Le passioni di sinistra - numero 14 settembre - dicembre 2006

Il mito
 
Giasone, allevato dal centauro Chirone, diventato adulto si reca a lolco in Tessaglia dove rivendica al sovrano il trono usurpato a suo padre. Pelia, il tiranno, è disposto a restituirgli il regno purché Giasone riporti in Tessaglia il vello d'oro, simbolo della perennità, del potere e delle leggi. Giasone parte con gli Argonauti alla conquista del vello che si trova in Colchide, sulle rive del mar Nero. Vi regna Età, padre di Medea, la maga. Medea, innamorata di Giasone lo aiuta nella conquista del vello. I due dopo il rapimento fuggono e Medea porta con sé il fratello Absirto che fa a pezzi durante il tragitto per ritardare l'inseguimento del padre. Tornati a lolco consegnano il vello d'oro a Pelia che non vuole cedere il regno e li scaccia dalla città. Giasone si rifugia con Medea a Corinto dove il re Creonte offre a Giasone in sposa la figlia. L'eroe accetta e ripudia Medea con i figli avuti dalla loro unione. Deriva da questo la vendetta della maga che uccide la promessa...

Leggi tutto l'articolo