Le più belle foto di nebulose - Parte 2 -

Star game Secondo gli psicologi, l’abitudine a vedere figure dappertutto, come per esempio nelle pietre o nelle nuvole nasce da un’esigenza precisa: dare ad alcuni elementi del paesaggio una forma conosciuta.
Un’abilità che in termini evolutivi abbiamo sviluppato per localizzare velocemente eventuali nemici che potrebbero mimetizzarsi nel paesaggio.Ma cosa si potrebbe nascondere in questa porzione di cielo? Un pacman!Sì perché così è stata soprannominata questa nube di gas e polvere: Nebulosa Pacman.
Medusa con sorpresa I tentacoli di questa Nebulosa Medusa (IC 443) sono “disegnati” da diverse emissioni gassose, avanzi di una stella esplosa non proprio vicino, a 5.000 anni luce.
All’interno di questa particolare nube di gas si trova una vera rarità: una stella a neutroni.
Un tipo di stella caldissima (anche 10 milioni di gradi) molto difficile da osservare (la prima è stata scoperta negli anni ’60) perché sono necessari strumenti molto particolari come i radiotelescopi.
Quella che si trova in questa massa gassosa non è solo rara ma anche “antica”.
L’astro si sarebbe formato, infatti, da una stella collassata circa 30.000 anni fa.
Occhio cosmico Oltre a essere molto fantasiosa, questa nebulosa che è la più vicina al sistema solare (tra i 150 e i 450 anni luce) si chiama Nebulosa a Elica, è una delle più estese tra quelle conosciute ed è grande circa la metà della Luna.
Nonostante sia “vicina” per osservarla occorrono strumenti sofisticati a causa delle sue dimensioni, poiché la luce risulta distribuita su una superficie molto vasta che i normali telescopi non riescono a catturare.
L’alone di polvere che la circonda si è formato migliaia di anni fa per gli scienziati rappresenta lo stadio finale dell’evoluzione di una stella.
La scopa che vola Diecimila anni fa, secondo gli astronomi, una nuova luce potrebbe essere improvvisamente apparsa nel cielo notturno, per poi sbiadire dopo poche settimane.
Oggi sappiamo che quella luce molto probabilmente è stata provocata dall'esplosione di una stella.
E quel che è rimasto del fenomeno è la nebulosa NGC 6960, meglio conosciuta come la Nebulosa della Scopa della Strega.
E forse guardandola se ne può capire il perchè.
Pellicano stakanovista Le nubi scure formano il muso e il becco mentre due stelle brillanti ci mettono gli occhi.
È il pellicano cosmico, conosciuto anche come IC 5070.Questa è una delle nebulose più studiate perché è molto attiva.
Le sue “occupazioni” principali sono la formazione di stelle e quella di nubi di [...]

Leggi tutto l'articolo