Le serve il crick ...

dom.06.02.22 - Il lungo nastro di asfalto corre per diversi chilometri.
Un insidioso formicolio alle gambe ed alle braccia inizia a martellare l’ autista.
L’ auto riduce la velocità e lo sguardo corre sui cartelli indicatori.
Tra dieci chilometri sosta in autogrill.
Possibilità di scendere, sgranchire gambe e braccia, bere un succo di frutta dissetante e ristoratore.
Una controllata al motore e fare benzina.
Prima di risalire in auto, breve sosta al distributore automatico di caramelle.
Appena ritirato il pacchetto, Aldo, si sente chiamare.
“scusi, per cortesia, mi cambia questi dieci euro”.
Istintivamente Aldo infila in tasca la mano ed inizia a contare.
(uno, due, tre, …, dieci, undici).
Ma non gli va di essere disponibile.
Lui, Aldo, vuole fare il duro.
Risponde che non li ha, risale lesto in auto e riparte frettolosamente.
Gianni, il secondo autista, ripone in tasca i dieci euro, guarda l’ auto dell’ altro allontanarsi e sorride.
Si avvicina alla propria vettura, vi entra e lentamente riparte.
Pochi minuti dopo, pochi chilometri, … e lì a lato vede l’ auto di Aldo ferma in piazzola, con una gomma bucata.
Gianni accosta all’ auto del “misero”, sorride, abbassa il finestrino e da sotto il sedile estrae il crick.
Sempre sorridendo dice: “le serve questo? … io lo ho, ma a lei non lo presto”.
“se mi avesse cambiato quei dieci euro, ora potrei rendere il favore”.
Alza il finestrino e riparte beato.
… voi li praticate i favori a costo zero … buona domenica da d/b e buone ore 08.00
"ciao fare un favore non costa nulla e non vedo perchè non si debba farlo,come nel caso dell'autista non vedo proprio il motivo del rifiuto..........per quanto mi rigarda,se posso,un favore lo faccio buona domenica"

Leggi tutto l'articolo