Le ssequie de Leone...

Le ssequie de Leone duodescimosiconno a S.
Pietro Prima, a palazzo, tanti frati neri la notte e ’r giorno a bbarbottà orazzione!(1) Pe Rroma, quer mortorio bbuggiarone! (2) cqua, tante torce e tanti cannejjeri! Messe sú, mmesse ggiú, bbenedizzione, (2a) bôtti, diasille, prediche, (3) incenzieri, sonetti ar catafarco,(3a) arme, bbraghieri, (4) e sempre Cardinali in priscissione! Come si (4a) er Papa, che cquaggiú è Vvicario de Crist’in terra, possi fà ppeccati, e annà a l’inferno lui quant’un zicario! Li Papi sò ttre vvorte acconzagrati: e ssi Ccristo sciannò, cciannò ppe svario a ffà addannà (5) li poveri dannati.
Note: 1 Orazioni.
2 Grande, sfoggiato.
2a Benedizioni.
3 Panegirici.
3a Iscrizioni.
4 Oggetti affastellati.
4a Se.
5 A dar rovello.
Giuseppe Gioachini Belli 28 novembre 1831 - Der medemo (Sonetto 282)

Leggi tutto l'articolo