Le tendenze del risparmio

Il quotidiano on line lastampa.it pubblica un sunto del rapporto annuale di ACRI-IPSOS (Istituto di ricerca delle Casse di Risparmio) sulle tendenze al risparmio degli italiani nel corso del 2010.
Così scopriamo che nel 2010 il 68% (contro il 60% nel 2009) degli italiani ha preferito conservare il proprio risparmio in forma liquida, cioè si è rifiutato di acquistare titoli finanziari di qualsiasi tipo, genere e natura; un comportamento che secondo il ricercatore è motivato dalla scarsa propensione al rischio per sfiducia nelle garanzie del sistema.
Vorrei anche vedere che a soli due anni dal terribile ottobre 2008, che ha bruciato montagne di denaro frutto dei risparmi di tanti cittadini, non fosse aumentata la sfiducia verso le garanzie del sistema bancario e finanziario, di quello stesso sistema responsabile del disastro.
Il rapporto però ci consegna due buone notizie: la prima è che il risparmio cresce anche nel 2010 (per merito dei cittadini più che dello sviluppo economico) e che per il 54% degli italiani il mattone è "il re degli investimenti", dove con quel "RE" si indicano non solo la preferenza per il mattone, ma anche il riconoscimento del risultato positivo dell'investimento immobiliare in generale.
E' una bella soddisfazione accertare che l'Istituto di Ricerca al servizio dell'Associazione delle Casse di Risparmio, certifica, riconosce la tesi che motiva l'esistenza di questo blog: "Il mattone non tradisce".

Leggi tutto l'articolo