Le toghe rosse hanno impedito a Berlusconi di incontrare i cugini a Lampedusa (foto)

  La guerra dei famigerati magistrati Milanesi contro il nostro Premier Silvio Berlusconi.
che da qualche scellerato antitaliano è stato soprannominato Silvio Bunga I°, prosegue senza tregua ed evidentemente è si è trasformata in persecuzione vera e propria.
Non c'è rispetto nemmeno per gli affetti famigliari messi a dura prova dagli avvenimenti Egiziani.
Il povero Silvio si era recato premurosamente a Lampedusa per salutare alcuni cugini, anche loro nipoti di Mubarak, e lì è stato raggiunto dalla notizia dell'accettazione da parte del GIP delle accuse dei P.M.
e della conseguente fissazione della data del processo.
Non ha fatto nemmeno in tempo a salutare i cugini ed è rientrato subito a Roma per incontrare i difensori.
 

Leggi tutto l'articolo