Lea Michele, la star di Glee canta per ricordare Cory Monteith: "Scrivere canzoni è una terapia"

Dopo la morte improvvisa del suo fidanzato Corey Monteith, quattro anni fa, Lea Michele, 30 anni, star di "Glee" e "Scream Queens", ha dovuto ricostruire la sua vitae. E lo ha fatto partendo dalla musica e trasformando in fonte di ispirazione la tragedia che l'ha colpita. E' nato così il suo primo album "Louder" e ora il secondo "Places": "Scrivere canzoni è una forma di terapia", ha detto l'attrice e cantante sulle pagine di People.
Così come era già successo con "Louder" anche in "Places" Lea ha inserito chiari riferimenti all’attore e cantante Cory Monteith, deceduto il 13 luglio 2013, amico e compagno, ma soprattutto grande amore della sua vita. E di amore parlano la maggior parte delle canzoni contenute nel nuovo album. "Places segna il mio ritorno al palco e alla scena, posti a cui appartengo, è un album di canzoni d’amore e per interpretarle mi sono riascoltata tutti i dischi delle grandi cantanti che amo per trovare nuova ispirazione".
Il primo disco era uscito poco dopo la mor...

Leggi tutto l'articolo