Legittimità del rifiuto a trasferimento illegittimo - Cass. 26920 del 2008

Legittimità del rifiuto a trasferimento illegittimo seguito da licenziamento e indennità sostitutiva della reintegra
 
Cass., sez. lav., 10 novembre 2008, n. 26920 – Pres. Senese - Rel. Stile - C. Alfio G. c. R. Pubblicità SpA
 
Rapporto di lavoro - Licenziamento per rifiuto di aderire ad un trasferimento illegittimo - Impugnazione – Annullabilità – Richiesta in ricorso di sostituzione della reintegra con l’indennità sostitutiva – Non comporta affatto rinuncia a risarcimento del danno ex art. 18, comma 4, L. n. 300/70 – Conseguente spettanza.
 
Il diritto del lavoratore ad optare per l'indennità sostitutiva ex art. 18 Statuto dei lavoratori in luogo della reintegra deriva dalla stessa illegittimità del licenziamento e contemporaneamente dal diritto alla reintegrazione (Cass. 16 ottobre 1998 n. 10283, 8 aprile 2000 n. 4472 e 12 giugno 2000 n. 8015) e che, quindi, il lavoratore può limitarsi inizialmente a chiedere in giudizio tale indennità in sostituzione della domanda di reintegrazion...

Leggi tutto l'articolo