Leoncino vs Mirano 87 a 23

E’ ricominciata, fra le mura amiche del Volta, nella partita vinta contro il Mirano, la marcia dello schiacciasassi Leoncino, a dire il vero un po’ appannato nelle ultime uscita.
Mancano ancora Tami, tenuto a riposo precauzionale per via della caviglia ballerina e Vittorio, in tribuna per turn-over e fa il suo esordio stagionale Vincenzo (grazie all’impegno che lo contraddistingue fin dall’inizio dell’anno).
Gli avversari sono reduci dalla brillante vittoria contro il Favaro e ci tengono a fare bella figura.
Eugenio schiera nel primo quintetto Forca, Kedir, Paso, Andrea e Costa.
La partita non decolla, come al solito il nostro primo tempo è alquanto letargico, nessuno dei 5 uomini sul parquet incide sulla partita; dopo i primi 3 minuti il punteggio è un calcistico 2 a 2, causato dai molti errori di entrambe le squadre, la palla gira poco, Seba tira un po’ a vanvera, Kedir commette infrazione di passi e si concedono spazi e rimbalzi agli avversari.
La sfortuna si accanisce con Paso, che deve uscire (sostituito da un Petralia che ha lasciato il suo proverbiale fiuto a Tarvisio) per un incalcata alle dita, causata da un tamponamento a catena nella nostra area: Grazie alla difesa e alle palle recuperate di Forca e alla solita buona prestazione di Costa ci portiamo in vantaggio per 7 a 6, fino alla fantastica bomba stile nba scagliata dall’avversario Ceron che chiude il quarto sul punteggio di 7 a 9.
Secondo quintetto con Lazza, Francy, Checco, Alle e l’esordiente Vince e subito la musica cambia; Francy incomincia a segnare con percentuali bulgare dopo aver rubato palla su palla, Checco confeziona assist al bacio, le lotta come al solito anche se la sua posizione troppo sotto canestro gli impedisce di dominare le plance, mentre Lazza a causa della sua generosità  nell’applicarsi in difesa, trova un arbitro che non gli perdona un intervento e chiude il tempo con ben 4 falli fatti.
Ottimo l’esordio di Vince, che pur sbagliando al tiro si applica con diligenza; Francy segna da sotto in maniera efficace e il quarto finisce 29 a 5.
Terzo quintetto con Forca, Kedir, Costa, Seba e Petralia, la squadra ha preso un bel ritmo, tutti recuperano palloni, finalmente si vedono passaggi sui tagli e ribaltamenti di gioco; Costa prosegue nel suo buon momento, segnando e catturando molti rimbalzi, Davide lotta a tutto campo (6 recuperi) e segna una bomba, Kedir si fa + concreto e azzera i suoi errori e Seba riesce finalmente a segnare mentre i nostri avversari hanno ceduto mentalmente.
Il punteggio del quarto dice 20 a 6 [...]

Leggi tutto l'articolo