Lessico infamigliare

Osservo piccola colonna d'acqua, perfetta, cosmico equilibrio, sobria forma che m'affascina come mai prima e non penso, non formulo grandi domande, allungo la mano e la temperatura e' indefinibile ma esatta nell'avvolgere pelle e sensi, nervi come neve che saluta il mondo per farsi respirare e regalare un momento di vita in piu'.
Pelle che conosco benissimo e mi sorprende aver dimenticato cosi' in fretta e cosi' in fretta recuperato indifferenti anni incapace pero' di scordare, di seppellire completamente ed e' normale, naturale nell'ampia sua accezione.
Dove sono stato, fin dove mi sono spinto, non si esce dal proprio sangue, quasi mai, non del tutto, ignorare non cancellare e straniante confusione, capo leggero nella tempesta del tempo, nel vortice dei ricordi ma forse basta non perdersi tra terra umida e radici brune, filamenti aggrappati a fango e sabbia, foglie morte d'olezzo forte ma sono fine, sono inizio, nuovo cerchio, cerchio da spezzare pero', da punire e far cessar di rotolare.
Rimuovere da dove si proviene e tramutare il presente in un eterno ieri, incerto domani senza guardare in basso perche' immagini fluttuano e danzano e colpiscono forte, dolorosamente le braccia resistono poi colpiscono il vuoto e stanche s'accasciano, inutili gesticolano ed e' battaglia d'intenzioni opposte ed incoerenti.
Ma c'e' acqua e d'improvviso sono sereno e non mi riconosco piu', piccolo trapasso che vede allontanarmi e in terza persona osservarmi, ridefinirmi e senza pregiudizi tracciare un profilo che giustifichi indifferenza laddove pieta' o equivalente rabbia non scavano, neppure dimorano e cuore resta a guardare annoiato, un poco indispettito, timore di strane rivelazioni, inaspettate scoperte ma c'e' accurato lavoro di costruzione, muro di mattone quotidiano, invincibile forse, impenetrabile si dice ma acqua e' placida, acqua non dorme e colpisce pelle su pelle su pelle lasciando inalterata la convinzione che nulla possa piu' accadere, niente sappia piu' ferire, che da qualche parte sangue copioso scorra, illudendosi sia retaggio di pomeriggi antichi e non dolore futuro.It's been a long road getting from there to here.
It's been a long time but my time is finally near

Leggi tutto l'articolo