Lettera di dimissioni del diplomatico Usa John Brady Kiesling

Al Segretario di Stato Colin L. Powell
Atene, 27 febbraio 2003
Caro Segretario,
Le scrivo per presentarle le mie dimissioni dal servizio diplomatico degli Stati Uniti e dal mio incarico di consigliere politico dell’Ambasciata Usa di Atene, a decorrere dal 7 marzo. Lo faccio con il cuore pesante. Il bagaglio della mia formazione comprendeva un sentito obbligo di restituire qualcosa al mio paese. Prestare servizio come diplomatico Usa era un lavoro da sogno. Venivo pagato per capire lingue e culture straniere, per incontrare diplomatici, politici, studiosi e giornalisti, e per convincerli che gli interessi degli Stati Uniti e i loro fondamentalmente coincidevano. La mia fede nel mio paese e nei suoi valori era l’arma più potente nel mio arsenale diplomatico.
E’ inevitabile che in vent’anni con il Dipartimento di Stato io diventassi più sofisticato e cinico sui motivi burocratici limitati ed egoisti che hanno definito a volte le nostre politiche. La natura umana è quella che è, e io sono ...

Leggi tutto l'articolo