Lettura del vangelo: racconto in cucina

Pensi che io sia bello? Che dici?”, chiese bruscamente lo chef Erpang nella cucina sul retro. Era alto 1 metro e 70 e pesava quasi 90 kg. Ridemmo e dicemmo scherzando: “Sì, sì, sì. Sei così bello…”. Dopo aver riso, ricordai il discorso di una sorella sull’essere una persona onesta, ascoltato in un incontro di qualche tempo fa. Disse che una persona onesta chiama sempre le cose col loro nome. Così risposi sinceramente allo chef Erpang: “Sei visibilmente grasso e per nulla bello”. Sentendo la verità, posò il cucchiaio e si avvicinò a me. Mise una delle sue forti braccia intorno al mio collo e disse: “Zhang, dillo di nuovo!” Sapevo che eravamo in buoni rapporti, così gli dissi ancora coraggiosamente: “Anche se mi strangoli, non sei bello e sei visibilmente grasso”. Dopo aver ascoltato la mia onesta valutazione, non ebbe altra scelta che lasciarmi andare. Ciò suscitò altre risate.
Quel pomeriggio, mentre mi recavo in Chiesa per un incontro, mi sentivo di buon umore. Era la prima volta ...

Leggi tutto l'articolo