Lezioni dall'India

Devo ammettere che gli indiani hanno un bel coraggio ..
Hanno sequestrato l'ambasciatore italiano l'altro anno, durante la vicenda dei permessi dati ai marò, quando sembrava che il nostro governo finalmente tirasse fuori le palle, dicendo che i marò non sarebbero rientrati, ( nemmeno Hitler aveva osato tanto con gli ambasciatori in tempo di guerra ), abbiamo risarcito le famiglie dei pescatori uccisi ( sbagliando alla grande ), ora ci dobbiamo sorbire pure lezioni di civiltà da una nazione dove violentano, stuprano e vendono bambine di cinque anni.
Possibile che non abbiamo le palle per mandare i reparti speciali e portare via da quel cazzo di paese il marò e tutto lo staff dell'ambasciata? Poi cacciamo via l'ambasciatore indiano dall'Italia e revochiamo le licenze e le autrizzazioni a tutti gli esercizi commerciali indiani presenti sul territorio.
Infine revoca dei permessi di soggiorno a tutti i cittadini indiani, revoca dei vari sussidi, benefit, contributi affitto e annessi a tutti gli indiani.
Chi se ne frega se poi fanno lo stesso con i nostri concittadini.
Rientrano in Italia, buttiamo fuori tutti sti pellegrini che arrivano a migliaia e chiudiamo le frontiere completamente, anche usando l'esercito.
Ci siamo rotti le palle di farci trattare a pesci in faccia da chiunque.
E il Papa, se li portasse in Vaticano, invece che per prendere la cittadinanza lì bisogna avere una serie di requisiti che manco Mandrake.
Salvini, dacci dentro, sei rimasto l'unico con un pò di sale in zucca.
 

Leggi tutto l'articolo