Lhc crea il brodo primordiale

Le collisioni di particelle all'interno dell'acceleratore europeo producono uno stato della materia mai osservato finora: una zuppa di quark e gluoni come quella che costituiva i primi istanti di vita del cosmo di ELENA DUSI L'acceleratore di particelle di Ginevra, il più potente del mondo, per ricreare le temperature e i livelli di densità dei primi istanti dell'universo, scontrando nuclei di piombo a una velocità prossima a quella della luce.
Adesso, per la prima volta, davanti agli occhi degli scienziati è apparsa la "smoking gun", la dimostrazione che i loro esperimenti sono riusciti: la materia primordiale è stata ricreata in un punto non più grande di un paio di nuclei di atomi di piombo, alla temperatura di migliaia di miliardi di gradi nel grande anello dell'acceleratore di particelle Lhc.
Ma è possibile, tramite i rivelatori costruiti attorno all'anello di Lhc, fargli una sorta di radiografia e avere un'idea dei livelli di caos e di densità che la materia dissolta aveva 10 milionesimi di secondo dopo il Big Bang, quando la temperatura era 100mila volte più alta del centro del Sole e 10mila volte superiore al cuore di un reattore a fusione nucleare.
Fonte: www.repubblica.it

Leggi tutto l'articolo