Li cambiamenti

Li cambiamentiAdessoMa dar giorno ch'ha aperto l'osteriaha innacquato perfino l'ideale:e se je canti l'Internazzionalec'è puro er caso che te cacci via.Nun strilla più né viva l'anarchiané viva la repubbrica sociale;mó trova che lo sciopero è un gran malee qualunque sommossa è una pazzia.Giusto (1) jeri je dissi: - Come mai?Che cambiamento! ...
- Eh, - fece lui - se spiega:oggi che sto in commercio, capirai ...Adesso, quanno m'arzo la matina,nun ciò più che una fede: la bottega,nun ciò più che un pensiero: la vetrina.Note:1 Per l'appunto.Trilussa2 luglio 1914Trilussa tutte le poesie, a cura di Pietro Pancrazi Note di Luigi Huetter, con 32 illustrazioni dell'Autore e 3 facsimili, Arnoldo Mondadori Editore, V Edizione: settembre 1954, pag.
411 

Leggi tutto l'articolo