Libertà di stampa l'Italia scende al 49° posto

L'Italia continua la sua discesa verso il basso nella classifica stilata da Reporters sans frontieres sulla Libertà di Stampa.
E non poteva essere diversamente dopo il meticoloso lavoro che stà svolgendo Silvio Berlusconi contro questa libertà riconosciuta dalla Carta Costituzionale.
Mentre gli Stati Uniti fanno un balzo dal 40° al 20° posto dopo l'elezione di Barack Obama a Presidente degli Stati Uniti, l'Italia sprofonda al 49° posto dopo Argentina e Hong-Kong.
Nella nuova dichiarazione di Reporters sans frontieres si legge: "Journalists are still physically threatened in Italy and Spain" (I giornalisti sono ancora  minacciati fisicamente in Italia e Spagna).
Nel resto d'Europa le cose non vanno meglio con la Francia che scende al 43° posto, posizione precedentemente occupata dall'Italia.

Leggi tutto l'articolo