Limone Bike park: quando non si vuol pedalare

  Sabato non ne avevamo voglia di pedalare, è stata un ottima occasione per lasciarsi andare alle tentazioni del Bike park.
Abbiamo scelto Limone piemonte che ci sembrava ottimo per iniziare.
Paese: Limone Piemonte, Panice quota 1400 Biker: Steo, Fausto, Mattia Data:21/08/10 Temperatura:24-28°C Abbigliamento: Estivo con protezioni estese,casco integrale e paraschiena Bike: Full da 160 con gomme da downhill   Da limone piemonte si sale in auto fino a Panice (dicasi quota 1400) e si cerca la seggiovia della cabanaira.
Questa seggiovia porta i biker fino a quota 2000 da dove si snodano due sentieri al limite del free-ride con lunghezze di circa 2.5-2.7 km  che riportano le bici e,si spera,i loro conducenti alla partenza della seggiovia.
I percorsi sono 2 con diversi fondi, si va dal prato al fondo ghiaioso al fango puro,quest'ultimo trovato nella prima discesa nel bosco ci ha fatto faticare non poco perchè tenersi in piedi era impossibile,meno male che il pomeriggio è migliorata l'aderenza.
L'altro percorso(foto) si snoda in un vallone adiacente ed è caratterizzato da un fondo più ghiaioso ma con buona aderenza con qualche salto e tratti da fare a velocità sostenuta intervallati da tratti tecnici.
Entrambi i percorsi sono molto divertenti e altrettanto stancanti,le bici sono molto stressate ed è quasi impossibile scendere con meno di 150mm di escursione e freni potenti,questi ultimi sempre sotto torchio.
Una nota per le gomme: data la velocità e la pendenza l'aderenza è molto importante,noi abbiamo usato gomme specifiche per il downhill con camere d'aria rinforzate o gomme tubeless, a chi scrive è capitato di forare l'anteriore ed è quindi dovuto scendere senza il freno davanti e addirittura farsi un pezzo a piedi...
   

Leggi tutto l'articolo