Lipari&Comune, il 1' maggio (Festa dei Lavoratori) si concluderà l'attività dei Lsu?. Lettera al sindaco

I sottoscritti lavoratori socialmente utili (L.S.U.) ex Soc.
Coop.
“Il Quadrifoglio” rappresentano, ancora una volta, le proprie serie preoccupazioni in merito alla situazione di stallo relativa all’inserimento lavorativo all’interno del Comune di Lipari, utilizzando i fondi che già dal 2011 la Regione Siciliana ha destinato per la stabilizzazione quinquennale.
La situazione è diventata ancora più preoccupante poiché, purtroppo, ci giungono da più parti notizie in merito alla possibile impossibilità di continuare l’attività come L.S.U.
nell’Ente, avendo quindi come unico riscontro finanziario il sussidio regionale di circa € 560, dopo il 30 aprile 2013.
Più volte ci è stata ribadita, a vari livelli, l’importanza del servizio svolto da noi L.S.U.
presso gli uffici di assegnazione, ma ahimè, ancora una volta, nonostante il nostro garbato modo di porci, non abbiamo avuto riscontro alle comunicazioni inviate, e non veniamo informati quando presso l’Ente in cui prestiamo servizio giornalmente avviene un incontro tra rappresentanti politici e sindacati, deducendo quindi che non viene trattata la nostra problematica.
Come ribadito nella precedente comunicazione, risalente al mese di dicembre 2012, siamo consapevoli che il quadro legislativo ha complicato la vita ai Comuni, ma siamo fermamente convinti che la è la politica che deve decidere in merito al nostro futuro.
La Regione Siciliana ha stanziato per la nostra stabilizzazione quinquennale la sua parte, ed l’Amministrazione ci ha rassicurati più volte che l’Ente ha la possibilità finanziaria di stanziare la sua quota (poco meno di € 60.000 annui) per la definizione dell’iter.
Noi ringraziamo il Sindaco Giorgianni per la Sua disponibilità a confrontarsi con noi ogni qualvolta siamo venuti a trovarla presso il Suo Ufficio, ma ahimè il tempo delle parole sembra stia per finire.
A meno di ulteriori provvedimenti ai sottoscritti L.S.U., come a tanti altri in Sicilia, dal 1° Maggio 2013, paradossalmente il giorno della “festa dei lavoratori”, non sarà più garantito il sussidio regionale, e quindi negato il lavoro.
Il 18 marzo p.v.
il Comitato Regionale ASU sta organizzando, come da allegata comunicazione, un corteo per le vie di Palermo, che si concluderà a Palazzo dei Normanni ove è previsto l’incontro col Presidente della Regione On.
Crocetta, alcuni Assessori Regionali e Gruppi politici.
Chiediamo all’Amministrazione ed ai Consiglieri di non lasciare soli al loro destino i sottoscritti lavoratori precari che prestano servizio [...]

Leggi tutto l'articolo