Lipari&megaporto. Lettera al segretario regionale del Pd. A proposito dell'on. Picciolo...

di Saverio Merlino* il 26 settembre 2010, col solo intento di esprimere il forte disappunto per la dichiarazione del Presidente Lombardo sul via libera al progetto  della società Condotte Acque spa di Roma che prevede la realizzazione di un mega porto a Lipari,  ti comunicavo di autosospendermi dal Partito Democratico sino a quando non era chiara la posizione, su tale questione,  da parte del Segretario Regionale e dei nostri rappresentanti in seno al Governo Regionale Siciliano.
Affermavo, per lennesima volta, che nessuno è contrario alla realizzazione del porto di Lipari, anzi..
Ritengo, come tanti, e ne siamo convinti, che il porto che intende realizzare Condotte Acque non è funzionale e utile alla nostra comunità liparese.
Non solo perché non tutela i valori storico-estetico-ambientali di quest’isola patrimonio dell'Umanità, ma non può mai diventare una risorsa economica di tutti gli operatori commerciali eoliani ma solo una risorsa economica in mano di pochi.
Prontamente, il 28 settembre u.s.
sono arrivate le dichiarazioni pubbliche degli On.li  Francantonio Genovese, Franco Rinaldi, Filippo Panarello  e del Segretario Provinciale di Messina Francesco Gallo, sulla  netta  posizione contraria alla realizzazione del Mega porto di Lipari così come presentato da Condotte acque.
Il 7 ottobre 2010 arriva anche la tua auspicata dichiarazione con la quale: a nome del Partito Democratico siciliano,  condividevi le preoccupazioni degli abitanti di Lipari, sostenute dal PD isolano, sul progetto del megaporto che dovrebbe essere realizzato dalla società Condotte d'acque per un importo di circa 130 milioni di euro chiedendo, fra l'altro, al Presidente Lombardo di esprimere una posizione chiara sulla vicenda, fermo restando, comunque,  la contrarietà del Partito Democratico su quel tipo di struttura da realizzare  in un sito che è stato riconosciuto dall'Unesco patrimonio dell'umanità'.
Il mese scorso l'Assessorato Regionale del Territorio e Ambiente ha bocciato il progetto  ed  ha avviato  il procedimento di revoca del parere già espresso su quello di massima.
Ritenevamo che, dopo tutto ciò, la nostra posizione sulla questione Porto di Lipari  fosse abbastanza chiara ed evidente.
Invece, ieri leggo l'articolo (che qui di seguito ti trascrivo) che riporta le dichiarazioni acute(sic!), documentate e costruttive (per il nostro Partito in modo particolare) rilasciate sulla questione  dall'On.
Giuseppe Picciolo.
Settembre (Gazzetta del sud) Il progetto di rifunzionalizzazione del porto di Lipari si [...]

Leggi tutto l'articolo