Lipari, "i 40 anni dell'Osservatorio dell'Ingv"

di Marco Manni Pongo volentieri  all’attenzione dei  gentili lettori, una recente pubblicazione dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia,  che ripercorre gli sviluppi della sismologia moderna dalle Eolie, da sempre considerate uno straordinario laboratorio naturale a cielo.
Furono infatti proprio il crescente interesse per la microsismicità dei vulcani attivi eoliani e l’individuazione di un processo di subduzione litosferica sotto il Tirreno meridionale a catalizzare sulle Eolie, già a metà degli anni 50 del secolo scorso,  l’interesse del mondo scientifico  che portò negli anni successivi alla nascita dell’ Istituto Internazionale di Vulcanologia e della Rete Sismica delle Isole Eolie, che videro nell’Osservatorio di Lipari, il centro di raccolta e di elaborazione dei dati strumentali.
L’opera, pubblicata tra i prestigiosi  Quaderni di Geofisica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (anno 2010, n.81 ) anche in formato elettronico, s’intitola: “L’Osservatorio Geofisico di Lipari ed i 40 anni della Rete Sismica Permanente del Tirreno meridionale” di Sergio Di Prima, Marco  Manni, Mario  Marturano, Domenico Patanè,  Alfio.
Pellegrino , INGV- sezione di Catania.
http://portale.ingv.it/produzione-scientifica/quaderni-di-geofisica/copy_of_quaderni-di-geofisica-2010

Leggi tutto l'articolo