Liste, elenchi, barattoli...

 
Tre poesie, tre elenchi: la prima poesia elenca una serie di cose amate (e viene voglia di farne uno simile); la seconda è nostalgica (e non sarebbe difficile elencare tutte le nostalgie che anche noi ci portiamo nelle tasche); la  terza lista è definita squallida dall'autore della poesia, ma non è affatto squallida: è un personale elenco di cose comunque significative, ma che fanno male a ricordarle (e anche in questo caso, chi potrebbe avere la fortuna di lasciare la sua lista in bianco?).
A proposito di elenchi, sarebbe importante non perdere di vista la lista dei propri desideri, magari mettendoli (scritti) in un barattolo, così non fuggono...
Quello che amo
Non mi interessano i dati
i dettagli delle cose
non mi interessano gli orologi
che non siano solari
né la lista
degli amori che finiscono.
Mi interessano piuttosto la verità
il rumore del mare
le ore che passano
la luce sul letto a mezzogiorno
e tutto quello che viene
e che va
senza nome e senza preavviso
acca...

Leggi tutto l'articolo