Lite a distanza Salvini-Renzi sul documentario dell'ex premier

Roma, (askanews) - "Firenze secondo me", il documentario di Matteo Renzi sulla sua città, andato in onda sul Nove, ha scatenato un battibecco a distanza tra l'ex premier e l'attuale ministro dell'Interno Matteo Salvini.
"Se mi monto la testa finisco a fare i documentari su Milano, che prendono l'1,8% di share, superati anche dalla 'Signora in giallo'", ha ironizzato il leader leghista, parlando con i giornalisti a margine di un incontro a Milano.
"Negli ultimi tre giorni Salvini è intervenuto tre volte sul documentario 'Firenze secondo me'.
Sono onorato dell'attenzione anche se penso che il ministro dell'Interno dovrebbe occuparsi di cose più rilevanti.
Se proprio non ama seguire le questioni di sicurezza nazionale, il ministro potrebbe almeno trovare i 100 miliardi di euro di coperture per le promesse a vuoto della campagna elettorale o più banalmente recuperare i 49 milioni che la Lega ha nascosto", ha replicato piccato Renzi nella sua e-News.
E ancora una frecciatina da parte di Salvini su Twitter: "Renzi dice che sono un ministro 'pro-tempore'? Se gli italiani mi daranno fiducia conto di essere 'pro-tempore' per i prossimi 20 anni".
Sulle critiche relative alla scarsa audience, Renzi ha replicato che il programma andato in onda sul NOVE ha fatto più della media del canale e più di simili trasmissioni culturali sulla stessa rete.
Quindi nessun flop, anzi.

Leggi tutto l'articolo