Livorno: Il baccalà alla livornese

Il  Baccalà alla Livornese è un altro piatto tipico della cucina labronica, basata su pesce fresco e semplici ingredienti, come salsa di pomodoro, olio extravergine di oliva, aglio e prezzemolo.
Nelle antiche botteghe alimentari dislocate nei vari quartieri cittadini o al Mercato Centrale di Livorno non mancano mai i grossi barattoli esposti con il merluzzo sotto sale ovvero il baccalà.
Per preparare il Baccalà alla Livornese il pesce deve essere “ammollato”, cioè tenuto in acqua fredda per almeno un giorno in modo da risultare meno salato una volta cotto.Ricetta del Baccalà alla LivornesePer cucinare il piatto per 4 persone si consiglia di utilizzare 800 grammi di baccalà già bagnato.
Scolare e togliere le lische al pesce.
Tagliarlo a pezzi grandi (circa 3x4 cm) e infarinarlo.
Friggere in olio di semi già caldo fino ad ottenere dei pezzi croccanti e dorati.
Preparare un piatto con carta assorbente dove far riposare il baccalà fritto.
Intanto predisporre un'altra padella con olio extravergine di oliva (2 cucchiai c.a.), aglio e prezzemolo tritati (2 spicchi c.a.).
Dopo aver fatto soffriggere per pochi minuti gli odori, aggiungere la salsa di pomodoro (passata o a pezzettoni secondo il gusto personale).
Aggiungere un pizzico di sale (non troppo perché il merluzzo sarà ancora un po' salato). Nel sugo preparato aggiungere i pezzetti di baccalà e far cuocere per 5 minuti c.a.
Finire il piatto con un pizzico di prezzemolo fresco tritato.
Il piatto è pronto per essere servito.
Abbinare al secondo di pesce un buon bicchiere di vino bianco, un rosato di Bolgheri o un rosso toscano di pronta beva.  

Leggi tutto l'articolo