Livorno: L'Arte ambasciatrice di conoscenza e di pace

Il 23, 24 e 25 ottobre a Livorno si svolgerà il 24° convegno nazionale della Federazione Italiana degli Amici dei Musei (F.I.D.A.M), che vedrà riuniti i rappresentanti delle 110 associazioni museali federate del Paese e, con loro, i presidenti e responsabili di numerose delegazioni internazionali.
“Un evento – ha dichiarato alla stampa l’assessore alla Cultura del Comune di Livorno – che pone Livorno al centro della scena culturale nazionale e che ha l’obiettivo di far crescere il numero degli amici dei monumenti e beni culturali italiani, per difenderli dai loro tanti nemici: vandalismo, incuria, dimenticanza”.
Tema del convegno di quest’anno, “L’arte ambasciatrice di conoscenza e di pace”: un argomento che ben si lega alla storia della città ospite, Livorno, caratterizzata fin dalla sua fondazione da una libertà di religioni, di usanze, di “dialogo” fra popoli diversi, impensabili altrove.
Livorno è infatti una città nata – in virtù delle leggi livornine emanate da Ferdinando I° nel 1591 e 1593 – come rifugio per singoli e comunità costretti ad abbandonare il proprio paese per persecuzioni etniche, religiose e politiche.
Livorno è stata appunto scelta come sede di questa prestigiosa iniziativa, proprio per il filo che lega la storia della città con il tema del convegno, ed anche per celebrare il decennale della locale associazione federata al F.I.D.A.M, ovvero gli Amici dei Musei e dei Monumenti Livornesi.
Come hanno illustrato nel corso della conferenza stampa che si è svolta a Palazzo Municipale di Livorno il presidente del F.I.D.A.M.
Mauro del Corso e la presidente degli Amici dei Musei e dei Monumenti livornesi Annamaria Pecchioli Tomassi, il convegno si snoderà fra le principali strutture culturali di Livorno (il Teatro Goldoni, il museo “Fattori” di Villa Mimbelli, il museo di Storia Naturale del Mediterraneo), e vedrà la presenza di relatori di altissimo livello quali Louis Godart, Consigliere del Presidente della Repubblica per la conservazione del Patrimonio Artistico (uno dei promotori dell’iniziativa), Francesco Buranelli, segretario della Pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa, il famoso sarto dell’alta moda francese Pierre Cardin, oggi Ambasciatore onorario UNESCO e accademico des Beux-Arts, Roberto Conforti, presidente della Società Italiana per la Protezione dei beni Culturali, Marco Cammelli, presidente della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Alessandro Giacomello, Direttore della Scuola Regionale di Conservazione e Restauro dei [...]

Leggi tutto l'articolo