Livorno: Nuovo ospedale a Montenero?

Emidia Baldi, presidente Legambiente Livorno ha così scritto a greenreoport: La possibilità prospettata di costruire un nuovo ospedale a Montenero a nostro avviso pone una serie di questioni piuttosto serie.
La prima è, come troppo spesso accade, una questione di metodo.
Ci si presenta ai cittadini con un progetto già sostanzialmente deciso dove la partecipazione è di fatto un processo di convincimento e/o superamento delle contrarietà.
Talvolta questo è motivato dalla fatto che ci troviamo di fronte al dispiegarsi di effetti collaterali di scelte avvenute in tempi  ormai lontani (quartiere Venezia, nuovo centro ) oppure dal fatto che ci sono ragioni tecniche-politiche che gli esperti sanno bene ma che ai più sfuggono e che proprio per questo devono fidarsi.
Ma non si può certo dire che questa sia partecipazione e condivisione delle scelte da parte della comunità.
Inoltre, in grande coerenza con la storia urbanistica livornese, anche il progetto del nuovo ospedale si presenta in assenza di un'idea complessiva di pianificazione aggiungendosi invece al procedere per accumulazione, unico criterio seguito nel processo di espansione della nostra città negli ultimi decenni.
Nel merito invece la nostra associazione ragionando sulle (ancora poche ) informazioni diffuse si è posta una serie di domande e di preoccupazioni.
La prima riguarda le reali  possibilità di un riuso dell'area attuale motivata anche dal fatto che non si capisce come mai a fronte di una più che probabile dismissione si è continuato a investire milioni di euro in ristrutturazioni  ancora in corso.
A seguire ci premerebbe conoscere tutto il nuovo disegno della gestione dei servizi sanitari a Livorno, non solo l'ospedale ma anche tutti gli altri.
È ovvio che nel momento in cui si vuol riscriverne la geografia avviando un processo a effetto domino tra dismissioni e nuove costruzioni il congegno deve essere programmato con precisione perché se un passaggio dovesse saltare il rischio di inceppare la macchina è alto con gravi conseguenze.
Il cuore della questione poi sta proprio nella scelta del luogo e in tutte le problematiche connesse come l'impatto sulla zona circostante, la viabilità e tutte le opere necessarie a supporto di un insediamento così importante.
Tutti problemi che devono assolutamente avere risposte chiare e precise prima e non dopo la scelta definitiva.
Tanto più che sulla carta le criticità sono moltissime.
Per queste premesse l'Amministrazione è chiamata ad illustrare dettagliatamente il progetto e soprattutto a non [...]

Leggi tutto l'articolo