Lo Stato Islamico ha approfittato dell'offensiva turca per colpire. Continuano i raid aerei di Ankara, colpiti 181 posizioni dell'Ypg. Panico tra la gente dei villaggi

L'Isis si unisce a Erdogan nell'attacco ai curdi: i civili le principali vittime.

L'aviazione turca ha ripreso stamani a bombardare aree nel nord-est della Siria a ridosso della frontiera. Lo riferisce la tv panaraba al Arabiya citando i propri corrispondenti nella zona tra Qamishli e Tall Abyad. E' stata colpita l'area di Tall Abyad e di Ras al Ayn, epicentro dell'offensiva turca.
 
"Le forze militari turche hanno colpito finora 181 postazioni appartenenti alle organizzazioni terroristiche nel nordest della Siria come parte dell'Operazione Fonte di pace" scattata oggi contro i curdi. Lo annuncia il ministero della Difesa turco, citato dall'agenzia Anadolu, riferendosi alle forze curde che la Turchia giudica appunto "terroristi".
 
Iniziativa bipartisan al Senato per imporre sanzioni alla Turchia se non ritira il suo esercito dalla Siria nella sua operazione contro le forze curde. L'obiettivo è imporre all'amministrazione Trump di congelare i beni in Usa dei più alti dirigenti turchi...

Leggi tutto l'articolo