Lo faccio perché non si tace di fronte al male.

Una volta, mentre parlavamo con un amico del mondo virtuale, abbiamo parlato delle ragioni per scrivere un blog. Mi sono resa conto che lo spazio virtuale è una forma di libertà. Le persone scrivono ogni giorno, dai crampi allo stomaco alle questioni politiche. Nel mio caso, utilizzo questo spazio per creare storie. O racconti. Non lo so Faccio dell'affetto letterario un seminario in cui imparo sempre di più a tenere i piedi nel campo immaginario, a trattare la letteratura che è il mio oggetto di studio, e quindi mantengo il mio obiettivo di continuare a scrivere, ricevere commenti e critiche e credere che la libertà e la dissolutezza differiscono per una linea molto delicata. Le persone di buon senso sanno come sfruttare la libertà. Per quanto riguarda la dissolutezza, provo a dimenticare ed eliminare i commenti che non mostrano alcun interesse per ciò che ho scritto o esaurito il contesto.
Può sembrare che io stia dando soddisfazione e lo sono. Appena entro nel mio blog, mi imbatt...

Leggi tutto l'articolo