Lo giuro sui miei figli

Che Uomo! Resistere davanti a una bella minorenne, frenare le pulsioni e gli istinti.
Il nostro è un uomo sposato prima di tutto, poi, è un uomo di potere, modano, pubblico, ha delle responsabiltà davanti a un popolo intero e forse qualcosa di più.
Ma quale è quel potente istituito che debba giustificare davanti a una nazione intera un'accusa di "scappatella illegale" Chi è che ci domina dall'alto delle sue decisioni? Un uomo! Ma l'uomo è  uomo quando? Dove? In quale situazione? Lo è sempre? Se si, allora non ne parliamo.
Ma se prima di essere uomo è istituzione allora fermi, l'esempio di civiltà e legalità davanti al resto del mondo è ciò che promulga e ciò che vive.
A me, come a tante altre persone comunemente intelligenti e comunemente civili, non piace un comportamento del genere, Un Capo che si giustifichi non è capo, è solo un uomo che ha paura dei suoi misfatti davanti a chi crede in lui.
Il potere, consuma la mente, droga la vita e ti fa dimenticare della propria coscienza, la sovranità della propria persona relativamente alla propria persona.
Dietro questo potente, dentro questo potente non c'è più ombra del sé.
Mi fa ridere a volte quando penso che la speranza e il futuro sono aderenti all'immagine. 

Leggi tutto l'articolo