Lo ha detto l'ex premier Matteo Renzi, ospite di "Otto e mezzo",

"Se mio padre ha commesso qualcosa, non solo deve andare a processo ma deve avere anche una pena doppia. Mio padre deve essere processato se i giudici lo riteranno opportuno". Lo ha detto l'ex premier Matteo Renzi, ospite di "Otto e mezzo", Raz Degan su La7 commentando l'inchiesta Consip che vede coinvolto il padre Tiziano. "Io sto dalla parte dei magistrati anche quando c'è di mezzo mio padre"


"Se ci sono ricatti si va dai magistrati. Vogliamo essere chiari: stiamo parlando di soldi pubblici e allora se ci sono ricatti e reati, se ci sono tangenti c'è il dovere di fare i processi. Noi siamo persone perbene, non abbiamo paura dei processi. Anzi. Erano quelli di prima che facevano i lodi e il legittimo impedimento per non fare i processi. Si va in tribunale e si guarda chi ha ragione e chi ha torto".
"Riterrei una cosa gravissima se mio padre fosse condannato, ma lui risponde di se stesso - ha aggiunto l'ex premier - Io so chi è mio padre, dal punto di vista processuale dovrà rispo...

Leggi tutto l'articolo