Londra, in una indagine per pedofilia spuntano tre omicidi

Tra il 1979 e il 1980 a Londra decine di ragazzini vennero violentati da una gang di pedofili e tre di loro, dopo aver subito selvaggi abusi, vennero addirittura ammazzati.
Uno degli assassini è forse un deputato conservatore Le accuse di un triplice omicidio sono state lanciate proprio da una delle vittime che ai tempi degli abusi aveva dodici anni, già all’epoca aveva raccontato esattamente come erano andati i fatti: ad accompagnarlo a Londra tra le braccia dei pedofili era proprio suo padre.
Ad abusare dei ragazzini in eleganti appartamenti di Londra o in una qualsiasi stanza di albergo eranomilitari o uomini politici.
La vittima, testimone dei gli abusi, ha raccontato di essere stato presente anche all’omicidio di due ragazzini.
L’uomo ha raccontato che un deputato dei Tories aveva seviziato e poi strangolato un bambino di soli 12 anni: “Ho visto tutto e ancora adesso non sono sicuro di sapere come mai sono sopravvissuto”.
Il secondo ragazzino è stato invese investito con la macchina da chi qualche attimo prima lo aveva violentato.
Tutto questo serviva a far capire alla vittime che i seviziatori avevano il pieno controllo e tutto il potere su di loro. La terza vittima è stata probabilmente uccisa durante un’orgia.
Un portavoce di Scotland Yard ha dichiarato: “Nei mesi scorsi, i detective che lavoravano sul caso sono stati informati di alcune accuse relative agli abusi sessuali.
Nelle settimane seguenti gli inquirenti hanno ricevuto informazioni più precise su dei possibili omicidi legati al giro di pedofili ed avvenuti nello stesso periodo.
In base alle nostre attuali conoscenze questa è la prima volta che la polizia viene in possesso di simili informazioni.
A questo punto gli agenti della Squadra per gli abusi sull’infanzia stanno lavorando insieme ai colleghi della Omicidi per risolvere il caso”.
Ed è così che nella lista degli indagati di Londra spuntano i nomi di decine di politici.

Leggi tutto l'articolo