Lucca: Informazioni turistiche? Chiuso

E’ polemica a Lucca sulle politiche della promozione turistica e della città dopo l’annuncio da parte di Itinera della chiusura del punto di informazione turistica nei pressi della stazione ferroviaria e del piano di riorganizzazione che prevede una decisiva svolta di carattere stagionale all’orario dei lavoratori.
L' impegno dei lavoratori di Itinera passerà dalle trenta ore settimanali attuali a una nuova distribuzione stagionale circa venti ore settimanali in inverno e quaranta ore settimanali in estate.
Critica Filcams CGIL contraria alla chiusura del ufficio informazioni di piazza Curtatone: "la redistribuzione stagionale concentrata sul periodo estivo porterà a problemi contributivi per i lavoratori - afferma Massimiliano Bindocci - senza grandi risparmi per Itinera riducendo il servizio da due punti aperti in inverno (Stazione e viale Luporini) a uno soltanto (Viale Luporini), mentre in estate saranno aperti tre punti (viale Luporini, piazzale Verdi, e via Elisa).
E' intenzione del sindacato intervenire prima che qualsiasi decisione in merito venga approvata chiedendo l'intervento del sindaco".
Itinera risponde alla Filcams Cgil dichiarando che non sarà attuata nessuna riduzione sul monte ore complessivo delle dipendenti, garantendo quindi la retribuzione come da contratto: “La necessità della riorganizzazione dell'orario del personale – spiega la società Itinera - deriva dal fatto che in bassa stagione il punto di accoglienza di piazza Curtatone, presso la stazione non produce praticamente alcun traffico, questo vuole dire che alla prova dei fatti non ci sono praticamente turisti che si recano in quel punto e, pertanto, risulta inutile ai fini turistici impiegare due  persone addette a tale centro, a fronte, invece, di una esigenza pressante di personale nel periodo di alta stagione.
Infatti, i dati registrati nel 2010 parlano chiaro: Lucca, malgrado il periodo difficile dal punto di vista dell’economia su tutto il territorio nazionale, ha di fatto visto un forte incrementato delle presenze.
Maggiore necessità, quindi la si ha nei periodo di alta stagione, quando devono risultare aperti tre centri di accoglienza che in prima ipotesi rimangono Piazzale Verdi, Viale Luporini (check-point) e Piazza Curtatone (zona stazione).
Si precisa inoltre che la nuova articolazione dell'orario di lavoro sarà attuata senza ridurre il monte ore annuale dei dipendenti e, conseguentemente, senza riduzione del carico contributivo degli stessi,  garantendo altresì la retribuzione mensile già prevista nei singoli [...]

Leggi tutto l'articolo