Lucca: Interpreta il paesaggio

  La Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti organizza il concorso fotografico “Interpreta il paesaggio toscano”, rivolto a giovani fotografi amatoriali dai 13 ai 25 anni compiuti.
Il concorso è organizzato a margine della mostra “Umberto Prencipe e la Toscana.
Tra tradizione e modernità”, in programma presso la Fondazione fino al 22 Giugno 2014.
L’esposizione testimonia quanto intenso e fecondo sia stato il rapporto dell’artista con la lucchesia e la Toscana: nella campagna, nelle marine, nelle paludi e nei laghi, nelle piazze cittadine, il pittore ricercò e trovò corrispondenze con il proprio mondo interiore, le forme simboliche ideali per esprimere la propria condizione esistenziale.
Ai partecipanti del concorso è richiesto di interpretare il paesaggio toscano con una fotografia che si attenga allo stile intimista e simbolista dell’artista per questo, prima di iniziare a scattare, è richiesto di visitare la mostra per meglio comprendere lo stile di Prencipe.
Dopo la registrazione presso la biglietteria (l’ingresso alla mostra è gratuito), sarà possibile inviare da martedì 15 aprile fino alle ore 24 di venerdì 30 maggio 2014 una foto (di dimensione non superiore a 5 MB) via mail all’indirizzo fondazioneragghianti@gmail.com con una breve descrizione del luogo ritratto e del sentimento che esprime.
Le più belle saranno condivise su Facebook e Twitter con il tag dedicato #paesaggiotoscano.
Una giuria composta da due membri della Fondazione Ragghianti, da due fotografi lucchesi, Beatrice Speranza ed Enrico Stefanelli questo ultimo anche direttore artistico del Festival Photolux e da un esperto di comunicazione, valuterà la foto più meritevole secondo criteri di aderenza allo stile d’immagine, di valore estetico e di creatività.
In palio per il vincitore una gift card del valore di 1000 euro e un buono del valore di 10 euro per la stampa di fotografie, entrambi spendibili in tutti i punti vendita MediaWorld e sul sito Media World Compra on-line.
@LoSchermo

Leggi tutto l'articolo