Lucca: Radiotaxi multilingue (per lucchesi e turisti)

Nu­me­ro unico, ser­vi­zio mul­ti­lin­gue e co­per­tu­ra 24 ore su 24.
Da oggi chia­ma­re un taxi a Lucca è più sem­pli­ce con il nuovo ser­vi­zio “Ra­dio-Ta­xi” di cui sono stati do­ta­ti i 24 o­pe­ra­to­ri del Con­sor­zio Tas­si­sti Luc­che­si.
L’ac­qui­sto di un soft­ware di ul­ti­ma ge­ne­ra­zio­ne è stato pos­si­bi­le gra­zie al con­tri­bu­to della Fon­da­zio­ne Banca del Monte di Lucca e la col­la­bo­ra­zio­ne del Co­mu­ne di Lucca, dell’APT, della CNA e della Ca­me­ra di Com­mer­cio di Lucca.
02.5353: è que­sto il nu­me­ro da com­por­re per chia­ma­re un taxi.
E’ già fun­zio­nan­te e per­met­te di col­le­gar­si ad un Cen­tro Ser­vi­zi at­ti­vo gior­no e notte per 365 gior­ni all’anno da cui ri­spon­do­no o­pe­ra­to­ri mul­ti­lin­gue che smi­sta­no le chia­ma­te alle mac­chi­ne più vi­ci­ne alle po­sta­zio­ni ri­chie­ste dall’u­ten­te.
Per col­le­gar­si a que­sto cen­tra­li­no, cia­scu­na vet­tu­ra è stata do­ta­ta di una stru­men­ta­zio­ne al­ta­men­te so­fi­sti­ca­ta co­sti­tui­ta da un com­pu­ter, un’an­ten­na GPS ed una sche­da dati In­ter­net che per­met­te di ri­ce­ve­re e con­fer­ma­re le chia­ma­te anche via web.
Da oggi, in­fat­ti, è pos­si­bi­le ef­fet­tua­re la chia­ma­ta di un taxi anche an­dan­do sul sito: www.?etaxi.?it.
Ogni tas­si­sta è do­ta­to di un pc tou­ch­screen con mappe che co­mu­ni­ca­no con un ser­ver e con una scher­ma­ta che per­met­te di fare tutto via web (dal pa­ga­men­to su conto cor­ren­te alla co­mu­ni­ca­zio­ne via chat, dalla chia­ma­ta via Skype alla ge­stio­ne delle chia­ma­te in au­to­ma­ti­co tra­mi­te com­pu­ter).
Lucca è la prima città in To­sca­na a do­tar­si di que­sto in­no­va­ti­vo si­ste­ma di pre­no­ta­zio­ne.
“La Fon­da­zio­ne ha so­ste­nu­to que­sta i­ni­zia­ti­va con il du­pli­ce o­biet­ti­vo di an­da­re in­con­tro alle e­si­gen­ze dei tas­si­sti luc­che­si e di mi­glio­ra­re il ser­vi­zio, of­fren­do così agli u­ten­ti pre­sta­zio­ni sem­pre più ef­fi­cien­ti e com­pe­ti­ti­ve.
– af­fer­ma il pre­si­den­te della Fon­da­zio­ne BML Al­ber­to Del Carlo - Si trat­ta di un ser­vi­zio al cit­ta­di­no e al vi­si­ta­to­re: un ser­vi­zio più ve­lo­ce, mo­der­no ed in linea con le e­si­gen­ze di una città sem­pre più a­per­ta al tu­ri­smo e agli [...]

Leggi tutto l'articolo